Cucina naturale per la salute!

Oli e grassi

Posted on - 21 febbraio 2016 / Author - Chiara Pelossi / Category - Dispensa

Specialmente nella sezione “Oli” ho elencato molte varietà di prodotti da tenere in dispensa, per fortuna al giorno d’oggi ci sono le confezioni per i single che ci evitano l’acquisto di litri e litri di prodotti. All’inizio della mia sperimentazione in cucina ho deciso di munirmi di soli tre oli. Ho preferito l’olio d’oliva per cotture lunghe e insalate, l’olio di sesamo per le fritture, l’olio di riso per le crudité e per la pasticceria.

Vi consiglio di conservare gli olii aperti in frigorifero per evitare di fargli produrre i “famigerati” radicali liberi che sono imputati di far invecchiare il corpo più velocemente.

Ma come viene elaborato il grasso dal nostro corpo?  Tratto dal libro “L’intestino felice”

Le sostanze nutritive vengono elaborate e messe in circolo nel sangue. al contrario di queste, il grasso non può passare direttamente dall’intestino al sangue. Il grasso non è solubile in acqua: ostruirebbe subito i vasi capillari e fluttuerebbe nelle vene più grosse come olio nell’acqua della pasta. L’assimilazione del grasso avviene dunque in modo diverso, cioè attraverso il sistema linfatico. Mentre le vene sono rosse e spesse e pompano il nutrimento ai tessuti, i vasi linfatici sono sottili e di colore bianco-trasparente. Il loro compito è quello di portare indietro i liquidi precedentemente pompati ai tessuti e di spargere cellule immunitarie nel corpo.

Il grasso che arriva nell’intestino tenue viene raccolto dai vasi capillari che sono situati in una parte dell’intestino che si chiama “dotto toracico”. Questi prendono le cellule di grasso e le trasportano subito nel sangue, direttamente nel cuore! È per questo molto importante cibarsi di oli e grassi sani preferibilmente non idrogenati, immaginate i vostri vasi linfatici dopo un pasto in un fast food …

Un buon olio d’oliva può trasformarsi invece in un bagno di piacere per i nostri vasi sanguigni e il nostro cuore. Spendere qualche franco in più per un buon olio è una scelta intelligente e consapevole. Numerosi studi hanno dimostrato che l’olio d’oliva può proteggerci dall’arteriosclerosi, dall’Alzheimer, dalle malattie degenerative … Attenzione comunque a non esagerare, il consiglio è quello di un cucchiaio di olio a testa al giorno.

Evitate anche le cotture a temperature troppo elevate che possono far degenerare il nostro prezioso oro giallo.

Trucco light: se avete bisogno di molto olio per friggere o per non far attaccare i cibi alla padella, vi consiglio di emulsionare un cucchiaio di olio con due di acqua del rubinetto. Otterrete degli ottimi risultati senza esagerare con il grasso.

Comments are closed.